Ciuffetto Rosso

Testo e Regia Susanna Mameli

Con Francesco Civile e Federica Zucca

Produzione Anfiteatro Sud

Dalla notte dei tempi, entrare nel bosco e attraversarlo e sempre stato un rito iniziatico, la metafora del passaggio dall’eta infantile a quella adulta. Sinonimo di viaggi e avventure realistiche e fantastiche il bosco non smette di incuriosire e affascinare grandi e piccini. Se poi il bosco e fatto di querce di sugenture realistiche e fantastiche il bosco non smette di incuriosire e affascinare grandi e piccini. Se poi il bosco e fatto di querce di sughero, leccio, roverella e castagno… allora vuol dire che nare grandi e piccini. Se poi il bosco e fatto di querce di sughero, leccio, roverella e castagno… allora vuol dire che questa avventura si svolge in Sardegna.

 

Trama

Si narra che questo sia un bosco molto antico, con pochi sentieri battuti solo da cacciatori e taglialegna. Tutti temono d’avventurarsi in quei sentieri perche" un lupo enorme e dall’aspetto terrorizzante puo presentarsi all’improvviso al viandante, così il bosco dorme incantato per secoli finche" non costruiranno lì accanto il mega maxi extra centro commerciale SETTE BERRETTE.
I sentieri vengono ampliati con le ruspe, e splendide aree picnic punteggiano i luoghi piu selvaggi del bosco, collegati da un piccolo autobus diesel. E’ qui che Ciuffetto Rosso, e il lupo s’incontreranno, ma questa e tutta un'altra storia…. Lo spettacolo e un grande e divertente puzzle dove realta e finzione canzoni e musica si rincorrono senza sosta, per tratteggiare a lievi note un mondo che dobbiamo difendere e proteggere a tutti i costi.

LE TEMATICHE PRINCIPALI

La straordinaria bellezza poetica di conoscere qualcuno diverso da noi come portatore di differenze e novita culturali. Salvare la Natura, aver cura del pianeta in cui abitiamo. Sentire quello che ci circonda come un’estensione della nostra casa, da curare e preservare. Improntare il nostro stile di vita verso il risparmio energetico e il riciclo delle risorse; capire che siamo parte di un sistema in cui ciascuno assolve a un suo ruolo e nessuno deve rubare lo spazio e risorse agli altri esseri viventi. Conoscere meglio la Sardegna, i suoi tesori nascosti, le sue parole magiche.

LE TECNICHE E I LINGUAGGI USATI

La tecnica e quella del teatro d’attore con incursioni nella danza, nel canto e nella clownerie. Costruito e pensato come una girandola allegra di avvenimenti che si rincorrono tra loro, Cappuccetto conserva l’affresco della grande fiaba di Charles Perrault e dei fratelli Grimm, la dinamizza molto l’azione stimolando una costante interazione con i bambini - con il loro contributo si sviluppa e avanza il ritmo della storia, fino alla decisione finale, presa con il contributo dei piccoli spettatori.

Info

+39 3479145972 – 3335757486 

+39 0702353454

anfiteatrosud@gmail.com