Guerra e Dintorni

Liberamente tratto da una ricerca sull’oralità realizzata da Susanna Mameli con tredici anziani del comune Ogliastrino di Baunei.

Con Rita Atzeri

Scritto e diretto da Susanna Mameli

Produzione Anfiteatro Sud

 

Trama

Contastelle, cosi lo chiamavano al paese, perché era nato con quella stortura al collo che lo portava a rivolgere sempre lo sguardo al cielo, a contai isi’stellas….

è con i suoi occhi che si compone questa storia, con gli occhi al cielo a contai isi’stellas e le radici in terra, la sua terra, la Sardegna, quella che potrà rivedere soltanto quarantacinque chili dopo la sua partenza dall’ovile di Contullé.

Siamo a Baunei, piccolo paese porta sud delle calcaree cime del supramonte che narra una realtà fuori dal tempo e aldilà della Storia Ufficiale: la Grande Guerra da un palcoscenico ameno e decentrato.

La vita nel 1940, gli uomini che partono dal paese per andare alla guerra, lasciano donne e case indifese; uomini che vanno ad attaccare altre case, altre donne povere e indifese come le loro. La guerra intanto era giunta al loro paese… un aereo precipita sui monti, “a Contullé “ e in capo a due giorni non se ne trova traccia, perché la gente del paesino sale sul monte e lo sbrana, lo smembra e lo trasforma in pentole, scarpe, pettini, bicchieri…… E allora ci si poteva imbattere in case dai portoncini verde militare, oppure sedersi a tavola e bere da bicchieri fatti col tubo di scarico dell’aereo, o di cuocere la polenta dentro il serbatoio della benzina….

Lo spettacolo ha un andamento chapliniano… che ricorda l’ingenuità del celebre “La vita e bella” raccontando situazioni drammatiche con un soffio di “inconsapevole” comicità

Info

+39 3479145972 – 3335757486 

+39 0702353454

anfiteatrosud@gmail.com