La città Infinita

Il Progetto

Attraverso il progetto “La città infinita – Quando la periferia diventa il centro”, finanziato nell’ambito del progetto Funder35 – il fondo per l’impresa culturale giovanile finanziato dall’ACRI – Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio SPA, AnfiTeatro Sud ha attivato nell’area urbana di Capoterra (la quinta città più popolosa dell’area vasta di Cagliari, con circa 24.000 abitanti) presso il “PICCOLO TEATRO DEI CILIEGI”, un programma di residenze artistiche rivolto a gruppi giovani e giovanissimi, di cui ha accolto i progetti conducendoli a maturazione.

Il progetto, che si propone di incentivare e qualificare le nuove produzioni nei settori del teatro, della scrittura creativa, della fotografia e delle arti visive sul tema de “LA CITTÀ INFINITA”, ha promosso lo scambio tra artisti e territorio.

Col tema de “LA CITTÀ INFINITA” non abbiamo voluto far riferimento all’estensione geografica del territorio a cui ci rivolgiamo e nel quale operiamo (che è peraltro assai particolare, con la città di Cagliari con i suoi 150.000 abitanti al centro della cosiddetta “area vasta” che ne conta 420.000), ma alla sua complessità. Nella “CITTÀ INFINITA”, infatti, si dissolvono i confini che siamo abituati a considerare per distinguere il centro dalla periferia.

Il progetto di residenze ha coinvolto gruppi di artisti, di provenienza regionale, nazionale ed internazionale, offrendo loro spazi (il PICCOLO TEATRO DEI CILIEGI), materiali di lavoro e studio ed un supporto alla produzione.

Durante le residenze, ciascun gruppo è stato seguito da un tutor, con funzione di accompagnamento, che ha fatto da guida nella conoscenza e nello studio del territorio. Il lavoro di ciascun gruppo doveva avere infatti forti connessioni con la realtà del luogo, benché i lavori realizzati dovessero mantenere al contempo un respiro non localistico.

Durante le residenze sono stati favoriti i momenti di scambio con la cittadinanza, nonché con gli artisti locali e gli operatori del settore attraverso incontri periodici di illustrazione del lavoro degli artisti in residenza.

Il progetto di residenze è stato accompagnato da una serie di attività collaterali, come laboratori, mostre, eventi performativi (teatro, musica, danza, arti visive) e installazioni artistiche, dislocate tra Capoterra, Cagliari e hinterland.

La periferia è poi diventata il centro per ricongiungersi ad esso e diventare una sua parte integrante nella fase finale del progetto, quando i percorsi di ricerca e le produzioni realizzate sono confluiti per due giorni nel cuore della città di Cagliari ospiti dell’evento organizzato al TEATRO MASSIMO, attualmente gestito dal TEATRO STABILE DELLA SARDEGNA, sul tema de “LA CITTÀ INFINITA”.

DETTAGLI ATTIVITÀ

Prima Residenza

La compagnia MANIMOTÒ (Veneto / Emilia Romagna / Sardegna) è stata ospite della prima residenza al PICCOLO TEATRO DEI CILIEGI(Capoterra) dal 01 al 28 ottobre 2014 col progetto “YOU – DOCUFICTION TEATRALE PER UN PIANETA ALTRO”.
La storia di You è la storia di un essere che conosce per la prima volta l’umanità. Malgrado l’orrore che ritrova nelle vicende umane, il suo desiderio di relazione con l’altro lo porta a intraprendere una faticosa avventura per cambiare la sua condizione di solitudine.
 
 

Seconda Residenza

La compagnia LE BRUGOLE (Veneto / Lombardia) è stata ospite della seconda residenza al PICCOLO TEATRO DEI CILIEGI (Capoterra) dal 12 gennaio al 03febbraio 2015 col progetto “PER UNA BIOGRAFIA DELLA FAME”.
Biografia della fame è un romanzo di Amélie Nothomb, una eccentrica autobiografia in cui una personalità ironica e caustica racconta una vita intensa piena di viaggio e di incontri. Una esistenza famelica di esperienze e desideri per arrivare a raccontare il paradosso della fame ovvero l'anoressia e lasciarla poi alle spalle con un sapere rinnovato. Una drammaturgia per attrice sola, chiara, ironica ed illuminante sull'esistenza. Tratta da uno di quei romanzi che vanno letti perché cambiano la vita.
 

Terza Residenza 

Il gruppo CAMERA NERA (Sardegna / Polonia) è stata ospite della terza residenza al PICCOLO TEATRO DEI CILIEGI(Capoterra) dall’11 FEBBRAIO ALL’8 MARZO 2015col progetto “REAL BEAUTY”.
Questo lavoro vuole essere una visualizzazione della teoria pirandelliana delle maschere che ci viene imposta dalla società. La“maschera che ricopre l’inconscio” che non può essere tolta dall’uomo impedendogli allora di conoscere la vera e propria essenza, la propria personalità. 
 

Quarta Residenza

Il gruppo FRANCESCO CIVILE E DANIEL DWERRYHOUSE (Sardegna) è stato ospite della quarta residenza al PICCOLO TEATRO DEI CILIEGI (Capoterra) dal 02 AL 31 MAGGIO 2015 col progetto “A QUEL PAESE”. 
“A Quel Paese” è una commedia che vuole giocare, attraverso un'altalena di emozioni, con diverse situazioni del quotidiano. Si vuole raccontare in modo semplice ed intenso alcuni temi universali come il viaggio, l'amore, la paura ed il coraggio, tramite l'incontro di personaggi eccentrici e vivaci che però non mancano di sostanza e concretezza.
 

Quinta Residenza

Il progetto di SCRITTURA CREATIVA si è svolto da gennaio a novembre 2015 e si è sviluppato attraverso la realizzazione di laboratori di formazione artistica a cui ha partecipato un gruppo di 10 ragazzi / ragazze di età compresa tra i 18 e i 40 anni.

Settimana Europea della Mobilità Sostenibile

Dal 15 al 19 settembre 2014, nell'ambito della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, in collaborazione con il Comune di Cagliari – Assessorato alla Cultura, Pubblica Istruzione, Sport, Spettacolo e Politiche Giovanili e Assessorato ai Trasporti – CTM S.p.A (Azienda Cittadina del Trasporto Pubblico Urbano) prende il via un’importante attività di formazione del pubblico – LA CITTÀ INFINITA / INCURSIONI URBANE – nata con l’obiettivo di promuovere la lettura nei contesti urbani della città di Cagliari sul tema de “La città infinita”, sostenendo le espressioni della creatività dell’uomo che per loro contenuto, sia culturale che artistico, tendono ad una migliore conoscenza della realtà sociale.
 
Il lavoro ha coinvolto le principali quattro linee urbane del CTM (Linea M – Linea 1 – Linea 5 – Linea     6) che collegano centro e periferia cittadina. Gli eventi erano principalmente rivolti ai giovani e alle famiglie e a tutte quelle fasce di popolazione che abitualmente non frequentano i luoghi culturali propriamente detti, con l’obiettivo di promuovere la lettura come strumento di civiltà.
 
Incursioni letterarie, reading, spettacoli, eventi performativi sono stati protagonisti dell’evento. Le linee sono state distinte cromaticamente ad evidenziare i generi dei libri letti. I brani dei libri presi in esame sono stati letti sugli autobus dagli attori con costumi di scena esilaranti e colorati.

Info

+39 3479145972 – 3335757486 

+39 0702353454

anfiteatrosud@gmail.com